annunci‎ > ‎

ISIS BEM misura il tempo a Scienza Under 18.

pubblicato 18 mag 2015, 13:29 da Andrea Zucchiatti   [ aggiornato il 18 mag 2015, 15:11 da Fabio Zorba ]

Il tempo è impazzito in piazza Cavour, in centro a Monfalcone.

https://sites.google.com/a/goiss.it/isisbem/annunci/isisbemmisurailtempoascienzaunder18/DSC_0885.JPG?attredirects=0
Nella Galleria d’Arte Contemporanea i più coraggiosi allievi dell’ISIS Bem di Staranzano e di Gradisca, una settantina, hanno cercato di misurarlo nella tre giorni del Festival Scienza Under 18. La manifestazione, giunta alla sesta edizione racconta la scienza attraverso i progetti realizzati dagli studenti della provincia di Gorizia. Una nuvola di curiosi di tutte le età ha animato il centro dal 7 al 9 maggio cercando di capire cosa stava succedendo.

Il progetto ha visto la fattiva e sinergica collaborazione di allievi e docenti di tutte e tre le anime dell'Istituto, il Brignoli di Gradisca e l'Einaudi ed il Marconi di Staranzano. Il tema scelto è stato “L'uomo e la misura del tempo”. I nostri allievi hanno presentato, interagendo col numeroso pubblico, i seguenti progetti:

  • L’uomo incontra i primi fenomeni periodici: la meridiana, a cura della classe 1C del Brignoli;
  • Tentativi di creare fenomeni periodici artificiali: l'orologio ad acqua, a cura delle classi 1AF e 1BF dell'Einaudi
  • Tutto è perfettamente prevedibile: il pendolo semplice, a cura delle classi 1AIT, 1BIT e 1BEE del Marconi;
  • Non tutto è perfettamente prevedibile: il pendolo caotico, a cura della classe 2AIT del Marconi;
  • L’arte matematica: il pendolo multiplol a cura delle classi 2AIT del Marconi e 2C del Brignoli;
  • Uno strano fenomeno: i pendoli e la risonanza, a cura delle classi 2AEE e 2BIT del Marconii
  • Il tempo nell’era dell’informatica ha radici antiche: risonanza e circuiti al quarzo, a cura della 4T del Marconi;
  • Fare scienza nel 2015: acquisizione dati scientifici con Arduino, a cura della 4T del Marconi;
  • Ad ognuno il suo tempo: relatività e GPS a cura della 4T del Marconi

Un grazie va a tutto lo staff di Scienza Under 18 per l'organizzazione e per il supporto.

Comments